Le risposte dei medici di Linfa ai Vostri quesiti

Domanda: ***new***
Gentile dottor Rotunno,
assieme a mio marito  siamo venuti al controllo (seno e addome) giovedì 17 novembre. Eravamo d'accordo di scriverle gli esiti dell'ecografia al fegato. I polipi alla colecisti non hanno subito modificazioni. Restano della misura (8mm) di 6 mesi fa.
Ci rivediamo al prossimo controllo.
Buona giornata
 
Risposta dal medico:
Grazie ci vediamo presto
Buona serata Dott L. Rotunno

Domanda: ***new***
Buongiorno Dr. Rotunno ,
come d'accordo le invio l'esito risonanza magnetica.
Ho la prossima visita da lei verso giugno devo portargli mammografia? entrambi i seni o solo seno sinistro ? Se si, l'ultima volta mi aveva consigliato di  farla all'Eretenia a Vicenza ......
In attesa....le porgo Distinti Saluti
 
Risposta dal medico:
Gent Signora a faccia una mammografia bilaterale e mi porti tutto a giugno.
Buona serata Dott L. Rotunno

Domanda:
Buongiorno dottore,
Ma ieri sera mi sono resa conto che sul capezzolo destro si è formata un'escrescenza di pelle, mai vista prima. Non so precisamente da quanto sia lì, ieri sera me ne sono accorta perché mi bruciava. Controllando mi sono resa conto che probabilmente con la doccia mi sono procurata una piccola lesione. Infatti i pezzetto di carne non è completamente attaccato e una parte risultava arrossata. Stamattina sulla parte si è formata anche un crosticina.
Volevo capire se è il caso che mi faccia controllare. La ringrazio molto e mi scuso ancora per il disturbo.
 
Risposta dal medico:
Gentile Sig.ra, spesso sopra il capezzolo si formano queste escrescenze cutanee. Stia tranquilla, non sono lesioni pre-cancerogene, nel caso dovesse sanguinare. è importante disinfettare con Cicatrene polvere. Se la formazione dovesse aumentare verrà asportata ambulatorialmente.
Cordiali Saluti
Dott. Luca Rotunno

Domanda:
Egregi dottori, vi scrivo per un parere. A mio fratello di 52 anni, a fine aprile, causa ittero improvviso, in ospedale dopo ecografie, risonanza e tac e dopo avere "provato" ad intervenire.. e' stato diagnosticato un carcinoma pancreatico con metastasi al peritoneo. Inoperabile per i medici a Como e Milano. unica speranza la chemioterapia con Filforinox. Ho perso mia madre 3 anni fa per un carcinoma alle vie biliari con metastasi ai polmoni. Anche questo senza sintomi. mio padre 10 anni fa e' stato operato di tumore al colon e poi alla prostata. Chiedo quale speranza puo' aver mio fratello se associa una dieta vegana e integratori naturali, anche l'artemisia annua. E che esami devo fare io per controllarmi oltre a ecografia addome completo. Grazie per il vostro lavoro e aiuto.
 
Risposta dal medico:
Gent. Sign. Serena le consiglio per suo fratello il trattamento con Fiforinox ed una dieta povera di carne e ricca di frutta. Per lei consiglio controlli con una ecografia ogni due anni ed in caso di anomalia una tac con contrasto e marcatori tumorali.Se ha bisogno mi contatti e mi tenga informato.

Domanda: ***new***
Buongiorno dottore, sono una sua paziente ed ho fatto la visita intestino qualche mese fa e mi diceva che per il prossimo appuntamento dovevo portarle gli esiti degli esami del sangue per vedere come funziona il fegato perché me lo aveva trovato un po' ingrossato. Quali sono gli esami da fare? Inoltre da tanto tempo ho l'alito veramente pesante e non so più cosa fare e credo che il fegato e lo stomaco possano incidere. Cosa mi consiglia?
 
Risposta dal medico:
Gentile signora gli esami sono bilirubina transaminasi gamma gt. segua la dieta che ho prescritto
Luca Rotunno

Domanda:
Buongiorno dottore. Vorrei chiederLe un consiglio: da ieri, credo per uno sforzo in palestra o per un'errata posizione a letto, ho dolore sul seno destro, parte bassa e intorno al capezzolo. Io ho messo il Flavonil crema ma ho sempre fastidio, dolore se tocco quella parte. Cosa mi consiglia di fare? La ringrazio.
 
Risposta dal medico:
Gentile. Signora le consiglio di continuare con il Flavonil crema due volte al giorno sicuramente è una infiammazione se non dovesse diminuire il dolore tra due o tre giorni mi contatti buona giornata.

Domanda:
Gentilissimo dott. Rotunno,
sono da parecchi anni una Sua paziente alla Linfa e Le scrivo per chiederLe un suggerimento. Mi sono rivolta nel luglio scorso alla dottoressa per disfunzioni del ciclo mestruale: da marzo di quest'anno il mio ciclo è irregolare, molto più lungo del normale (anche 40 giorni), il flusso scarsissimo e la durata delle mestruazioni molto ridotta (un paio di giorni).
La ginecologa, dopo avermi visitata, mi ha proposto di fare le analisi del sangue (i cui parametri sono risultati tutti nella norma) e l'ecografia transvaginale. Ieri il dottore, una volta effettuata l'ecografia, mi ha assicurato di non aver rilevato niente di anomalo. Le riporto quanto scritto nel referto medico:
Utero antiverso, regolare morfologia, dimensioni ed ecostruttura. Endometrio sottile, lineare con struttura regolare. Spessore massimo della rima endometriale mm 2,3. Ovaio destro di volume nei limiti, portatori di plurimi follicoli i maggiori di mm 9-10. L'ovaio sinistro ha volume nei limiti e anch'esso contiene plurimi follicoli, i maggiori di mm 8-9. conclusioni: reperto ecotomografico nei limiti della norma.
Oggi la dottoressa leggendo il referto mi ha diagnosticato un ovaio policistico e mi ha prescritto la pillola, affermando che non ci sono alternative alla cura.
Poiché alla mia ultima visita senologica, effettuata lo stesso giorno della visita ginecologica nel luglio scorso, le avevo accennato a questa situazione e poiché mi aveva chiesto di farLe sapere se mi fosse stata prescritta la pillola, ho pensato di scriverLe.
Sapendo che generalmente Lei sconsiglia l'assunzione di tale farmaco e considerando che personalmente vorrei evitarlo, Le chiedo un suggerimento in merito.
 
Risposta dal medico:
Gentilissima sig.ra
considerato che la collega ginecologa le consiglia il trattamento ormonale per l'ovario policistico, è opportuno che lei segua la terapia e, nel caso dovesse evidenziare una sintomatologia dolorosa alle mammelle, mi contatti e, in questo caso, le prescriverò un trattamento antinfiammatorio. Le consiglio, inoltre, di anticipare d qualche mese, il prossimo controllo senologico e di effettuare un'ecografia transvaginale tra sei mesi.
In caso di bisogno, non esiti a contattarmi.
 

Domanda:
Buongiorno le volevo chiedere se devo preoccuparmi per avere spesso nelle analisi del sangueil valore della proteina reattiva fuori range. Ora il valore è 0,65; il 7.03 = 2,9; il 01.10.12 = 5,52; il 10.06.10 = 12,3. Il mio medico dice che sono così e me la devo tenere ma io non sono tranquilla. La ringrazio per la cortese attenzione. Distinti saluti.
 
Risposta dal medico:
Gent.Signora,
il valore alto della proteina reattiva indica che è presente una reazione infiammatoria. Però vedo che dal 2010 i valori sono in diminuzione e stanno ritornando normali. Stia tranquilla se dovessero ritornare alti, mi informi.
Buona giornata
Dott. Luca Rotunno
 

Domanda:
Sono una signora di 56 anni, questa mattina ho scaricato le analisi delle feci fatte alcune giorni fa in merito ai problemi di stomaco che le accennavo quando ci siamo sentiti al telefono, dall'esame dei 3 campioni uno (2), risulta sangue occulto presente, cosa significa? Devo preoccuparmi?
Nell'indice di flogosi è da alcuni anni che quando Le ripeto risulta sempre la proteina C reattiva alterata, ho fatto anche di recente una visita da un medico specialista ho fatto anche altre analisi che però non è emerso nulla.
La ringrazio per la Sua attenzione, e Le sarei grata se potesse contattarmi per darmi qualche spiegazione.
Cordialità
 
Risposta dal medico:
Gentile Signora,
considerante l'età e la positività di un campione del sangue occulto le consiglio di sottoporsi ad una colonscopia.
Arrivederci e grazie.
Dott. Luca Rotunno"
 
 

 
Domanda:
Gentile dottore agli inizi di dicembre ho riscontrato al seno destro un nodulo. Ho effettuato un ecografia mammaria e i risultati sembrerebbero rassicuranti:'in corrispondenza della piccola tumefazione palpabile nella mammella dx,al passaggio tra QSE e QIE si rileva area di disomogenea ipoecogenicita da addensamento delle strutture ghiandolo/stromali ,senza un evidente morfologia nodulare. Non si rilevano patologici incrementi dei segnali vascolari a color- doppler. Non significative tumefazioni adenopatiche in entrambi i cavi ascellari. Anche a sx si rileva un minimo incremento del tessuto ghiandolare.i reperti necessitano comunque di monitoraggio clinico ed eventuale rivalutazione con esame eco grafico'. Sottolineo che ho la prolattina alta(60) e ho scoperto oggi di essere incinta di 4 settimene. Mi consiglia ulteriori approfondimenti o posso stare tranquilla? Ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti.
Risposta:
Gentilissima Sig.ra Munaretto,
mi scuso per il ritardo nella risposta dovuta a un enorme afflusso di quesiti avuto in questi giorni. Le consiglierei per avere un'ulteriore sicurezza nella diagnosi, considerando che lei si trova in questo periodo all'inizio della gravidanza, di sottoporsi ad un esame eco-color-doppler mammario che può effettuare presso l'associazione Linfa. Per fissare l'appuntamento può telefonare al numero 0444 / 23 53 21. Infatti con questo esame si potrà valutare se le zone di addensamento ghiandolare presentano una ipervascolarizzazione patologica. Cordiali saluti.
 

 
Domanda:
Buongiorno Dott.,
sono una ragazza di 30 anni..nel mese di giugno mi sono accorta che il seno destro era aumentato di consistenza e al tatto sentivo una massa dura, non avverto nessun dolore neanche se schiaccio.
Non prendo la pillola, il ciclo è regolare…mai avuto problemi.
Allora mi sono rivolta ad un senologo che mi ha riscontrato:
“Al controllo odierno si apprezzano mammelle simmetriche con componente ghiandolare ben rappresentata.
In periareolare superoes Terna / QSE dx si apprezza placca displasica al cui interno si apprezza piccola tumefazione dura.
Nulla a sx. Cute e capezzoli senza lesioni apparenti.
Cavi ascellari clinicamente indenni.
Assenza di linfoadenopatie in atto”
Ho fatto ecografia e mammografia:
Buona componente adiposa, strutture parenchino-stromali normalmente rappresentate, non calcificazioni con carattere di sospetto.
L'aumentata consistenza rilevabile clinicamente nella gran parte della regione retroareolare dx non trova riscontri radiologici nè ecografici con significato di patologia.
Tale quadro può essere pertanto compatibile con stato infiammatorio-congestizio.
Necessaria rivalutazione a breve dopo opportuna terapia . (B - RADS 3)
Mi hanno prescitto : Brufen x una settimana + Ananase x un mese e mezzo…..
In famiglia non ho nessun caso di tumore al seno.
Non so se può centrare questo… ma a Marzo ho avuto il Fuoco di Sant’Antonio herpes zoster…nella parte dx del corpo "nella pancia e schiena"
La scorsa settimana sono tornata al controllo.
Dato che persiste clinicamente modesta e diffusa aumentata consistenza in regione retro-sovrareolare destra..non si evidenziano corrispettivi ecografici nè radiologici con significato di patologia.
Non altre nodularietà con caratteristiche sospette.Non linfoadenomegalie dei cavi ascellari.
Quanto rilevato pur compatibile con assimmetria mammaria consiglia agoaspirato per una più completa tipizzazione.
In guida palpatoria sono stata sottoposta ad agoaspirato
Referto anatomo patologico evidenzia:
"Lembi di cellule epitaliali, con aspetto apocrino dei citoplasmi e cellule isolate, ad aspetto iperplastico" C3 sec FONCAM
Quadro ecografico dubbio BI-RADS 3 e citologicamente dubbio C3
Conclusioni:quanto rilevato evidenzia degli elementi di dubbio.Si consiglia intervento di biopsia escissionale.
Ma come mai la lesione si sente però non si vede ...cosa può essere? mi hanno fatto 4 ecografie e una mammografia..e non vedono nulla...
per lei la situazione è preoccupante? sinceramente..
Grazie infinite
Stefania .
 
Risposta:
gent. signora
le consiglierei di sottoporsi ad un esame di eco-color-doppler mammario per valutare la presenza  della vascolarizzazione.
Se vuole puo eseguirlo presso l'associazione  LINFA CONTRO IL CANCRO tel.0444 235321 oppure 3470694567
grazie
Dott.Luca Rotunno
 

 
Domanda:
Egregio Dottore, cosa ne dice di proporre un gemellaggio alle Leonesse? Il Prof. D. C. McKenzie il primo medico al mondo che ha dimostrato scientificamente il beneficio del movimento di voga con la pagaia in Dragon-Boat per le donne operate di tumore al seno; tanto da costituire lui stesso, in Canada, la prima squadra rosa. Maggiori info qui http://www.pinklionessinvenice.it/ Un abbraccio e solo grazie!
 

 
Domanda:
sono un signore di 62 anni. quali esami mi consigliate per la prevenzione del cancro della prostata.
 
Risposta dello specialista in urologia:
si consiglia una visita urologica con l'esame del PSA ed eventuale ecografia trans-rettale
 

 
 
Domanda:
sono una signora di 32 anni vorrei sapere a che età è consigliabile fare il pap-test.
 
Risposta della specialista in ginecologia:
bisogna cominciare a a sottoporsi all'esame del pap-test dopo 2 anni che si hanno rapporti sessuali completi oppure dai 25 ogni 3 anni.
 

 
Domanda:
Mia mamma 64 anni ieri si è accorta che gli è rientrato il capezzolo dx ci si deve preoccupare da cosa potrebbe essere causato grazie arrivederci.
 
Risposta dal medico senologo:
Si consiglia eseguire una rx mammografia e in caso di presenza di secreto mammario si consiglia esame citologico del liquido e duttografia.
 
 
Torna alla pagina precedente